Incarico
Progetto esecutivo e Direzione lavori

Committente
YELLOWSQUARE

Affidatario
ApiuA Arbizzani associati

Anno
Progetto: 2018
Costruzione: 2019-2020

Importo lavori a base d’asta
€ 2.300.000

Direzione di progetto
Prof. Arch. E. Arbizzani

Progetto architettonico
Prof. Arch. E. Arbizzani
Arch. E. Disanto

Progetto strutture
Ing. G. Cusmano

Progetto impianti
Ing. A. Chiarini

Direttore Lavori
Prof. Arch. E. Arbizzani

Impresa di costruzioni
SELIN srl

Riqualificazione “The Yellowsquare Hostel” Porta Romana – Milano

Il complesso the YellowSquare Hostel è situato in zona Porta Romana a Milano.
La struttura si compone di due edifici con corte centrale uniti tra loro attraverso il seminterrato che prende la piena superficie del lotto e una passerella che collega gli edifici al primo piano. L’edificio costruito come casa per ferie religiosa, nel 1960 presentava già una struttura con camere con bagno. La facciata è arretrata creando così terrazzi che donano alle camere del primo piano una terrazza privata.
Il seminterrato corre sotto entrambi gli edifici e la corte. Ha un’altezza di 4,5 metri che dona allo spazio luminosità e abbondate aria. Al di sotto della corte è localizzata la cappella in cemento armato faccia vista con forma ottagonale è inoltre presente una pavimentazione in marmo che proferisce allo spazio eleganza ed un tipico sapore milanese.
L’edificio fronte strada e l’edificio sul retro si sviluppano rispettivamente per 6 e 2 piani fuori terra con struttura in cemento armato. I piani hanno già una distribuzione a camere private con bagno, con delle pavimentazioni in marmette e l’ultimo piano con soffitto a volta gode anche di una vista sulla piscina dei bagni misteriosi. L’edificio dietro la corte invece presenta un interessante spazio con lucernai dall’altro, sempre completamente con pavimenti in marmette.
Lo spazio eventi, ex sala conferenze verrà dotato di rivestimenti fonoassorbenti ed un impianto luci ed audio che permettono il suo uso per molteplici funzioni come concerti, presentazioni, lezioni di Yoga, studio fotografico o sala per sfilate.
La cappella sia per la perfetta insonorizzazione che per la sua forma, sarà utilizzata come club. Inoltre durante i numerosi eventi che si susseguono a Milano potrà anche essere utilizzata per mostre o performance.
Questa area è stata dotata di gradoni che permettono ai clienti di avere uno spazio dove rilassarsi dove inoltre è stata ricavata una stanza chiamata acquario dove potranno essere proiettati film.
Il tunnel d’ingresso è stato immaginato come un gioco di prospettive attraverso l’uso di elementi in ferro colorato elementi che accompagneranno il viaggiatore nei vari spazi della struttura. Viene inoltre creata una grande vetrata che apre la caffetteria sul tunnel.
La reception che si trova al piano rialzato, viene invasa dagli elementi reticolari colorati per creare spazi più accoglienti. Nella caffetteria ci sarà inoltre la cucina con un’offerta culinaria che mescola varie cucine del mondo con una base italiana.
Il cortile che si trova in diretta connessione con la caffetteria ed il tunnel d’ingresso, viene arricchito anch’esso dagli elementi reticolari, ma qui questi verranno aggrediti dalla vegetazione che renderà lo spazio molto più accogliente e caldo.

Menu