Incarico
Progetto del masterplan

Committente
Villa Conti Srl

Affidatario
Oikos ricerche

Anno
Progetto: 2018

Responsabile del Procedimento
Arch. T. Draghetti

Direzione di progetto
Ing. R. Farina

Progetto architettonico
Prof. Arch. E. Arbizzani

Masterplan del Nuovo Comparto Urbano Villa Conti – San Giovanni in Persiceto (BO)

L’ambito oggetto del presente progetto di masterplan è localizzato nel capoluogo del Comune di San Giovanni in Persiceto.

Il masterplan prevede una sostanziale modificazione della “forma urbis” del nuovo comparto urbano. Il Piano Particolareggiato vigente delinea una “città” di impianto radiocentrico, con viabilità carrabile di delimitazione esterna ed un assetto delle volumetrie secondo un disegno a “isolati urbani” irregolarmente disegnato attorno ad una centralità pedonalizzata; il verde pubblico è previsto ai margini dell’insediamento.

Sono state mantenute come invarianti le tracce dei confini esterni. Entro questa porzione il territorio sono evidenti le tracce della pianificazione centuriale. All’interno di questo ambito sono ancora chiaramente individuati percorsi di viabilità secondaria, primaria e canalizzazioni interne orientati secondo assi ortogonali.

Dalla pianificazione attuativa vigente sono mantenuti i due assi principali, già orientati secondo la traccia storica. Da questa analisi scaturisce naturalmente una griglia di scomposizione del territorio che genera un disegno urbano riconoscibile e rispettoso delle preesistenze e allo stesso tempo in grado di supportare lo sviluppo delle opere secondo lotti funzionalmente autonomi.

Il completamento della circonvallazione nord costituisce la viabilità principale, collegando la nuova rotatoria posta sulla via di Cento con la viabilità est di San Giovanni ed in particolare con il sottopassaggio ferroviario.

Ortogonalmente si innesta sull’asse di circonvallazione l’asse principale di viabilità del comparto che rappresenta il nervo portante dell’intero insediamento progettato come un “viale parco urbano attrezzato”. Su una fascia di larghezza complessiva parti a mt.60 metri si organizza la strada carrabile sulla quale affacciano i parcheggi pubblici. Ai lati si sviluppano fasce alberate e viali pedonali. Su un lato del parco si trova la pista ciclabile alla quale confluiscono le piste che attraversano i vari lotti residenziali.

Al limite sud-ovest del comparto trova luogo il polo delle attrezzature pubbliche, posto in continuità con il polo scolastico di secondo livello della città è rappresentato dall’insieme delle aree cedute alla comunità per la realizzazione delle attrezzature di interesse pubblico. Viene previsto su richiesta dell’Amministrazione un ampliamento del polo scolastico per ospitare un complesso di scuola primaria e secondaria di primo livello.

In adiacenza con la rotonda di circonvallazione è previsto il nuovo polo sportivo attrezzato con palestre e campi ad integrazione del polo scolastico e per ampliare l’offerta di servizi ricreativi della città. Di fronte al polo sportivo sarà posto uno spazio adibito a centro civico di quartiere.

Come da piano vigente sul lato est trova luogo il principale polo commerciale che sarà organizzato in tre contenitori commerciali autonomi a padiglione con tre diversi accessi per utenti e merci con parcheggi pubblici e pertinenziali alberati.

Sono previsti tre diversi disegni edilizi con crescente densità abitativa:

  • Ambiti residenziali a pettine co villette monofamiliari a uno e a due piani
  • Ambiti residenziali con palazzine distribuite nel verde di vicinato organizzate su 3-4 livelli
  • Ambiti residenziali configurati a corte con edifici in linea di 5-6 piani disarticolati intorno a spazi di verde vicinato e pubblico

All’interno del lotto trovano luogo in quota i parcheggi pubblici al livello terra e i parcheggi pertinenziali, parte al piano e parte in livello seminterrato.

Nei temi di residenzialità rientrano le previsioni di nuove destinazioni d’uso a residenza collettiva dove il piano il particolare individua una struttura polifunzionale con destinazione d’uso a casa residenza per anziani, il pano prevede inoltre la possibilità di inserire una seconda struttura di residenza collettiva da adibire a studentato.

Menu